Primavera a Umago

I messaggeri della primavera a Umago: gli asparagi

Finalmente è arrivata la primavera. Proprio come nel quaderno dei temi, la natura esplode, tutto è in fiore, gli uccelli cantano, il sole scalda. È il momento giusto per scovare qualche soleggiata terrazza umaghese su cui assorbire i raggi solari che vi forniranno la vitamina D di cui siete stati privati per tutto l'inverno.

Avete mai mangiato gli asparagi selvatici?

Lungo la strada in direzione di Umago vi capiterà di avvistare piccoli gruppi di persone tra i cespugli lungo il ciglio della strada o più in profondità nel bosco intente a raccogliere gli asparagi selvatici che crescono spontaneamente da queste parti. Come vi confermerà ogni singolo istriano, non c'è nulla di meglio di una frittata di un paio di uova con degli asparagi giovani. Se non arrivate troppo tardi, regalatevi anche voi una passeggiata per il bosco e raccoglietene qualche mazzetto o camminate fino al ristorante più vicino e ordinate un piatto con gli asparagi. Sono ottimi sia con la pasta che con i risotti, o anche con l'insalata di patate. Qualunque scelta sarà azzeccata.

Le rive sono vive

Al sorgere del sole tutte le rive si animano: i venditori di souvenir aprono i propri negozi, sistemano gli scaffali e i tavolini, i proprietari dei ristoranti creano i menù per la stagione e predispongono i tavoli sulle terrazze per i visitatori di passaggio che desiderano godersi l'abbraccio del sole. I bambini sono a ogni angolo: si arrampicano, si dondolano sulle altalene, vanno sui pattini. Le giovani mamme spingono le carrozzine. D'un tratto tutto riprende vita.

Il gelato è tornato in città

Passeggiando per la città scorgerete gli abitanti intenti a potare gli alberi da frutta, sistemare le siepi, verniciare gli infissi: svolgere insomma tutte quelle attività primaverili che si confanno del resto a una cittadina così pittoresca. Una volta terminato il lavoro, si accomodano a tavola per pranzare o fanno una passeggiata fino in centro per prendere un caffè o un gelato (la maggior parte dei gelatai non produce gelato durante l'inverno, per cui questo è il momento migliore per gustarlo, se vi piace).

Assaggiate la “špaleta” (spalla di maiale stagionata)

Percorrendo i dintorni in bici, vedrete anche gli agricoltori intenti ad arare la terra, a pulire gli ulivi dopo l'inverno e ad esaminare gli alberi, preparandosi alla stagione. È il momento perfetto per assaggiare la spalla cotta, delizia simile al prosciutto crudo che si ottiene lasciando essiccare la spalla durante l'inverno. Trattandosi di un piccolo pezzo di carne, la sua preparazione nei piatti è più rapida. La spalla cotta è una specialità tradizionale. Chiedete di farvene tagliare un po' in accompagnamento a una frittata con asparagi, per vivere un'autentica esperienza culinaria istriana.

Godetevi la giornata

La cosa più bella è che improvvisamente le giornate si fanno più lunghe e vi offrono tutto il tempo per passeggiare, pranzare, raggiungere in bici la konoba più vicina e, di passaggio, raccogliere qualche asparago, bervi un caffè, gustarvi un gelato ed essere di ritorno a Umago per cena, ancor prima che faccia buio.

Maggio è alle porte: evviva!

Tra un paio di settimane, agli inizi di maggio, farà ancor più caldo e sarà il momento ideale per la prima grigliata dell'anno. Con l'aumento delle temperature giungeranno anche i primi bagnanti.

Non ci credete?

Venite a Umago per vedere con i vostri occhi. Se non trovate nessuno in spiaggia, vi offriamo da bere.

Mio itinerario

Aggiungi al Mio itinerario

- articoli in Itinerario

Vai al Mio itinerario

Scegliete il vostro alloggio


Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscrizione non e riuscita. Si prega di inserire un indirizzo e-mail valido e di accettare l'informativa sulla privacy.